PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

5 gennaio 2007

Fusione o assorbimento?

Per il giornale radio l'Atletica Cogne Aosta e la Polisportiva Città di Aosta si "fondono". Per il Presidente Domenico Chatrian, la Cogne invece "ingloberà" la Polisportiva che non si riaffilia e sparisce, mentre la sua società mantiene il nome e ai suoi 112 atleti aggiunge i 22 rimasti a fine anno senza club. Tutto sarà definito lunedì sera. Nuove risorse in arrivo: se per la Cogne si tratterà di un rafforzamento è una buona notizia per l'atletica valdostana.

12 commenti:

  1. mai sentita la polisportiva aosta forse ha fatto bene a mettersi con una società conosciuta che ha una storia

    RispondiElimina
  2. Sulla Stampa di ieri i dirigenti delle due società dicono che "l'intesa permetterà il rafforzamento dei settori giovanili". Mi sfugge in quali settori giovanili era impegnata la Polisportiva Città di Aosta e con quali risultati di squadra?
    Più oltre "la fusione permetterà anche di unire curriculum e titoli degli atleti dei due sodalizi". Ma Andrea Vuillermoz e Giacomo Macciò non hanno iniziato, sviluppato e concluso il loro curriculum proprio nel CCS Cogne?
    Mi sembra, più che un'unione di forze, un'unione di debolezze. Se così fosse, gli atleti della Cogne, che amano tanto e a ragione la loro società, corrono il rischio di snaturarla e di perderla. Sarebbe un pezzo di Aosta che se ne va.

    RispondiElimina
  3. Il CCS Cogne atletica si mangia la Polisportiva?
    Un boccone indigesto.

    RispondiElimina
  4. Personalmente, come ho scritto, ritengo che, se arrivano nuovo risorse e la Cogne si rafforza, si tratta di una buona notizia per la nostra atletica. Esistevano forse altre opzioni, ma la volontà della maggioranza dei soci va sempre rispettata.

    RispondiElimina
  5. Insisto, boccone indigesto, speriamo almeno non boccone avvelenato.

    RispondiElimina
  6. contenta la cogne...!

    RispondiElimina
  7. qualcuno mi sa spiegare perchè la cogne ha assorbito una società di rugbisti? è la cogne che cambierà federazione o la squadra di rugby si è stufata del pallone ovale?

    RispondiElimina
  8. Siamo sicuri che tutti i rugbisti (e le rugbiste) sappiano di essere stati tesserati?

    RispondiElimina
  9. per Chantal, Fuffi, Carlo. Pippo, Pluto e Topolino (bei nomi di fantasia): visto la cattiveria e la maleducazione dei vs commenti tutta la Cogne ha capito di aver fatto la scelta giusta. Continuate pure, ogni vs commento è per noi motivo di orgoglio. Ci vediamo in pista (l'unica cosa che conta).

    RispondiElimina
  10. 1) - Innanzi tutto il mio non è un nome di fantasia, mi chiamo proprio Eddy e mi firmo in chiaro.
    2) - Ho scritto, riscritto e ripeto che se si tratta di un rafforzamento della Cogne ben venga, ho iniziato a fare atletica nella Cogne ed è una società alla quale voglio bene e della quale ho sempre cercato di fare il bene, con azioni e proposte, anche se non sempre proprio tutti nella Cogne lo credono o mi hanno compreso.
    3) - Non conosco Chantal, Fuffi, Pippo ecc., ma ritengo che abbiano il diritto di esprimere il loro parere. Chantal, in particolare, non mi sembra un nome di fantasia, mi ha l'aria di essere un'atleta, magari anche di altro sport (leggi bene). Gli altri sono evidentemente pseudonimi, come avviene su tutti i blog non moderati del mondo, dove non tutti hanno piacere di farsi riconoscere.
    4) - nei loro interventi, comunque non vedo alcuna cattiveria o maleducazione. Purtroppo, come nel recente scambio di email che hai avuto con me attraverso il Conitato Fidal, non resisti alla tentazione di reagire insultando. Oppure indicami una cattiveria o una nota maleducata nei post precedenti. Rileggi bene.
    5) - Se poi il problema è che non tutti i post sono favorevoli al fatto che gli atleti della tua ex-società siano confluiti nell'Atletica Cogne, è un tuo problema. Spero che tu non pretenda che tutti la pensino come te, e che in caso contrario siano automaticamente cattivi e maleducati.
    6) - Sei sicuro che tutti nella Cogne mettano la mano sul fuoco sul fatto che si tratti di un accordo buono per la Cogne stessa? Anch'io me lo auguro, ma non arrivo ad insultare (dandogli del cattivo e maleducato) chi non segue il pensiero unico.
    7) - Lo sviluppo mediatico della vicenda potrebbe poi giustificare alcuni commenti. Dapprima tu comunichi a La Stampa la fusione prima che avvenga. Intervistato, il Presidente della Cogne dice che invece sarà la Cogne ad "inglobare" la tua società. Società che, al momento della delibera del direttivo Cogne, non esiste più (come risulta da una lettera da te consegnata al Comitato addirittura prima dell'ultimo Consiglio di Comitato del 2006. Quindi al direttivo, e siamo già nel 2007, parrebbe (a sentire dei membri che ne fanno parte) semplicemente che degli atleti che erano ormai senza società abbiano chiesto di essere tesserati per la Cogne e siano stati accettati, e che successivamente si sia rieletto il nuovo direttivo, del quale ora fai parte. Probabilmente per qualcuno, magari della Cogne, non partecipante al direttivo, la questione non è esattamente come se l'aspettava, ma non è questo il problema. Le società, tutte, nessuna esclusa, hanno soci che non condividono tutte le decisioni del direttivo o dell'assemblea (le parole maggioranza, minoranza, democrazia, non ti suggeriscono nulla?). Perché allora devi insultare gli altri, partendo dal preconcetto che siano proprio di una certa società (lo testimoniano le tue espressioni "dei vs commenti" e "ogni vs commento"). Vostri di chi?
    8) - Non spetterebbe forse a me dirlo, data la mia funzione istituzionale nel Comitato, ma l'unica che si può condividere del tuo intervento è "Ci vediamo in pista (l'unica cosa che conta)". Tutto il resto è letteratura.

    RispondiElimina
  11. Per adesso chi ci ha sicuramente guadagnato è Vuillermoz: ha risparmiato i costi di iscrizione della polisportiva alla federazione e fatto pagare tesseramenti e cartellini federali alla cogne.

    RispondiElimina
  12. Sul sito www.fidalvalledaosta.it potete leggere il comunicato ufficiale diffuso dall'Atletica Cogne Aosta.

    RispondiElimina