PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

12 novembre 2007

referendum n. 4 “Disposizioni per favorire l’equilibrio della rappresentanza tra i generi"

commentate perché e per come siete favorevoli o contrari alle quote rosa.

7 commenti:

  1. alessia molteni12 novembre 2007 21:56

    Siamo concreti : i referendum propositivi valdostani hanno preso nel 2007 dei risvolti politici . L'union valdotaine , col suo puntare al non raggiungimento del quorum , ha di fatto ridicolizzato l'ingresso nel merito . Analizzare , in questo contesto , i vari aspetti di ogni quesito , è quindi errato . L'uv ha imposto il voto pro o contro l'uv stessa . Io voto contro e quindi 5 sì .

    RispondiElimina
  2. bruno courthoud12 novembre 2007 23:18

    personalmente condivido pienamente sia l'analisi che le conclusioni di Alessia Molteni. In un contesto diverso, di leale confronto politico e democratico, avrei operato dei distinguo nel merito. Non è stato invece possibile, perché qualcuno, in modo falsamente democratico, ha voluto a tutti i costi lo scontro a testa bassa tipo "bataille des moudzons" (anzi peggio, con handicap certo fin dalla partenza). E scontro sia. Poi si conteranno i morti.

    RispondiElimina
  3. Aquile e passeri13 novembre 2007 09:59

    Contrario.
    Per rispetto verso le donne.
    Comunque voterò.

    RispondiElimina
  4. Alberto Grisero - Aosta13 novembre 2007 16:02

    Alessia Molteni ha perfettamente ragione, anche perché non fa che valorizzare quanto io ho appena affermato nel post precedente. In ogni caso, se si vogliono aiutare le donne ad emergere, le quote rosa sono necessarie, altrimenti la spunteremo sempre noi marpioni di sesso maschile.

    RispondiElimina
  5. favorevole per pragmatismo. Senza quote rosa la situazione non si sblocca, il sistema è incrostato. Una volta innescato un processo virtuoso si potranno anche togliere, magari proprio per rispetto delle donne.
    Le quote rosa ripugnano alla ragione, ma hanno funzionato dappertutto dove sono state introdotte.

    RispondiElimina
  6. bruno courthoud15 novembre 2007 14:08

    tribuna elettorale (quasi) femminile.
    ci sono parecchie donne masochiste (senz'altro solo in televisione): Piassot, Charles, Rini. Io, al vostro posto, sarei andato (a) in televisione con il burka.
    Confidenzialmente a Donzel: se i tuoi apprezzamenti per Rini concernevano il fisico, sono d'accordo.
    Charles, Césal: che sforzi per cercare di parlare in francese!
    Marguerettaz: chi te l'ha scritto il messaggio? Qualcuno di Brusson?
    Viganò: gli andrebbe bene l'ospedale in centro: ma se c'era già e a suo tempo si è fatto tanto per portarlo fuori, in un'area periferica, circondata dal verde! è quello che oggi vogliono fare i referendari per ripristinare le condizioni originali dell'ospedale attuale!
    Donne! siete più del 50% del corpo elettorale e il referendum è nelle vostre mani: il 18 novembre toglietevi il burka!

    RispondiElimina
  7. bruno courthoud16 novembre 2007 12:41

    Le donne sono ancora un po' ritrose nello scrivere sui blog: non abbiate paura neanche di questo.
    Comunque, domenica toglietevi il burka, è un ordine! E ai vostri mariti, compagni, conviventi, amanti, ecc. che sollevassero problemi, ribellatevi! "Pas de vote, pas de sexe" ... perlomeno fino a primavera inoltrata 2008.
    Siamo nelle vostre mani, se non per noi, perché della politica non ve ne frega niente, fatelo per quelle poche a cui invece interessa! Convincete almeno una o due delle vostre amiche indifferenti ed il gioco è fatto!

    RispondiElimina