PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

26 novembre 2007

commento ai commenti

In questo blog lo sport preferito dai commentatori anonimi è l'accanimento dialettico, mirato a far dire a te ciò che pensano loro. Un vero campione si firma "Mr. Tambourine Man".
Nello stesso album in cui Bob Dylan pubblicò questa stupenda canzone (Bringing It All Back Home, 1965), ce n'è un'altra (Maggie's farm) che, guarda caso, calza come un guanto. Dice:
Beh, faccio del mio meglio
per essere come sono,
ma tutti vogliono
che sia come loro.

18 commenti:

  1. Buongiorno a tutti, approfitterei di questa occasione per rammentare ai vari lettori che in Valle d'Aosta la linggua ufficiale, che si voglia o no, è l'italiano, pertanto inviterei a scrivere sempre in italiano e non in francese. Anche per il rispetto di chi il francese non lo conosce (pur essendo cittadino valdostane). Non mi si venga a dire che non è vero, che lo statuto dice così e così ..., tutte balle! Infatti per far parlare in francese ( e... che francese ...) i dipedenti pubblici valdostani si fanno pagare ( vedi la scandalosa "indennità di bilinguismo. Quindi in queste occasioni tralasciamo l'intellettualismo, non c'è motivo di dimostrare che sapete anche il francese, ma parliamoci con la nostra lingua madre.
    Grazie
    Giusto "

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 100% d'accordo con Pippo, sapendo abbastanza bene il francese (ho lavorato per lunghi anni in Francia e mia madre è svizzera) quando rientro in Valle sono esterefatto nel sentire i valdostani parlarlo. Un orrore ! Eppoi, mi sembra uno snobismo insopportabile e un inutile servilismo nei confronti dei francesi a cui della Valle d'Aosta non gliene può fregare di meno. Ed, infine, fortuna che, nel dopoguerra, De Gaulle non sia riuscito nel suo intento di annettere la Valle. Il centralismo parigino avrebbe ridotto la Valle ad una anonimo dipartimento francese non molto più importante della Creuse o del Doubs... e con il cavolo che ai piccoli valdostani si sarebbe insegnato (male) una seconda lingua dalla prima elementare ! L'unica cosa positiva che, almeno, i regionalisti non sarebbero esistiti...

      Elimina
  2. mr.tambourine man26 novembre 2007 10:31

    Povero eddy . Il tuo blog è funzionato bene finchè non hai deciso di entrare in forza italia . Da allora è venuto meno il rapporto che in un blog si dovrebbe instaurare , di confronto con chi il blog ha aperto . Tu invece fai ora propaganda e rispondi solo a ciò che non infastidisce la tua parte politica . Hai detto che in valle c'è il predominio della cultura di sinistra . Io ho detto che predomina quella unionista , fondata su panzane etniche-linguistiche-federaliste-indipendentiste . Non hai risposto , nè addebitato la tua frase a fantasie dell'intervistatore . Questo non è più un blog . Uno non ti fa dire ciò che vuole lui , uno ti paropone temi , legittimi se la pensa diversamente da te . Vedi pure il partito buono o cattivo . Prendo atto che l'aggettivo era giornalistico e non tuo , ma questo non cambia il problema : richiedevo il tuo parere sul fatto che un partito liberale deve difendere la libertà culturale anche in nome dell'efficienza ( il francese serve solo all'uv ) , ma tu fuggi sottintendendo che la visione liberale in merito ti imbarazza . Socialismo reale : citi vierin , avversario , come propugnatore del medesimo lustri fa , scordando ad arte propagandistica che il ragionier max lattanzi ha tuonato ( affinchè l'uv notasse l'allineamento ) contro modifiche di questo socialismo reale . Ma tu fingi di non aver capitio . Un blog vero non può essere un qualcosa in cui si saltano le discussioni importanti che non piacciono . Nessuno , ripeto ,ti vuol far affermare ciò che non condividi , solo ti si chiede di parlare anche di argomenti attuali che potrebbero darti fastidio .O fai un blog o un vettore propagandistico politico .

    RispondiElimina
  3. Andrea Vuillermoz26 novembre 2007 11:04

    Mr tambourine chiedi al Sig. Ottoz qual'è il vero motivo che l'ha spinto in Forza Italia

    RispondiElimina
  4. Non condivido la scelta della collocazione politica di Eddy, ma questo sarà oggetto di discussione, qui nel blog o in altre sedi pubbliche; quello che non tollero, e credo che sia un problema di tutti i lettori, sono gli squallidi interventi di Andrea Vuillermoz, sempre provocatori e mai costruttivi.

    RispondiElimina
  5. Andrea Vuillermoz26 novembre 2007 11:56

    Caro Mario, vogliamo parlare dei Vs di interventi, fatti durante la campagna referendaria in compagnia di un manipolo di anonimi conigli...Vuoi che ti ricordi che cosa avete detto? Capisco che dopo la scoppola presa siate tutti un po' nervosetti ma mi spiace non accetto giudizi da te.

    RispondiElimina
  6. Caro mr.tambourine man,
    ti ricordo che un blog è un 'diario', non un luogo in cui noi ospiti dobbiamo pretendere di dirigerne le discussioni. Un diario in cui il proprietario (qui Eddy Ottoz) si lascia andare a riflessioni personali che ognuno di noi può, per sua gentile concessione, commentare. Quindi tutte le tue argomentazioni sono fuori luogo.
    Non avanzare alcuna pretesa e sii maggiormente sereno, se la risposta arriverà bene, sennò amen.
    Oppure apri un tuo blog (non anonimo) in cui decidere il bello ed il cattivo tempo. Non criticare un 'luogo' in cui a tutti noi è permesso parlare (scrivere) e confrontarci senza censura.
    Comunque da parte di Eddy non ho mai colto propaganda, cosa che invece fuoriesce da tutti noi ospiti, te compreso.
    Prima di guardare al culo degli altri, puliamoci in nostro, rifletti...

    RispondiElimina
  7. r.i.p. : hai detto cavolate . Un blog è il porsi , di una persona famosa , a disposizione di chi vuole dialogare con lui . Eddy fugge ciò che evidenzia l'assurdità di forza italia in valle d'aosta . Per andrea : in assenza di rivelazioni altrui , non puoi sopperire tu ?

    RispondiElimina
  8. andrea vuillermoz curiat,
    diccelo tu il motivo, magari mi è sfuggito qualcosa. Inoltre, per i tuoi interventi anonimi potresti scegliere come pseudonimo il più consono roberto "freak" antoni.

    RispondiElimina
  9. Non è Forza Italia che non ha senso di esistere qui in VDA. Sono Stella Alpina e Federation!!!!!!!!
    Mi spiegate che cosa mi rappresentano???? E che differenza c'è trai due movimenti????

    Secondo me ha ragione Eddy quando dice che il futuro sarà tra due poli. Uno autonomista di destra, formato da UV di destra+Forza Italia (che in futuro assorbirà SA e Federation che non rappresentano piu nulla.). Uno autonomista di sinistra formato da UV di sinistra (o cone si chiamano adesso) + PD.

    A ognuno la propria scelta ma "tertium non datur".

    Anche perchè la destrizzazione dell'UV diventerà assoluta alle prossime regionali dove passeranno tutti i rollandiniani e salteranno tutti i moderati (grossa parte del loro bacino ha saltato il fossato....)

    Ne vedremo delle belle!!!!

    RispondiElimina
  10. Anonimo delle 14.35 : non condivido nulla di quello che hai scritto . Ti facciio notare un dato aritmetico e quindi non contestabile : SA e FA hanno un numero di voti doppio rispetto a FI , per cui semmai avviene il contrario di quanto dici tu .

    RispondiElimina
  11. tamburino,
    1 - blog è la crasi di weblog, ossia diario sul web;
    2 - non faccio propaganda, scrivo quello che sento di scrivere e rispondo ai commenti come mi sento di rispondere; altri non rispondevano, altri hanno chiuso, altri entrambe le cose;
    3 - non ho detto che in valle c'è il predominio della cultura di sinistra, ho detto che permane una pregiudiziale, l'imbarazzo di dirsi di non sinistra, ho detto che tutti, sinistra e destra (categorie oggi imsufficienti, ma tant'è) debbono avere pari dignità perché la democrazia possa dirsi compiuta;
    4 - della cultura unionista non condivido l'uso del termine "etnico", più adatto oggi a cucina, gioielli e musica che alla politica. Condivido l'approccio federalista, e in particolare il modello statunitense (aspetto anche qui qualche palata di di m...a); non considero che il bilinguismo sia stato affrontato correttamente fin dall'inizio, portandoci dove siamo; l'indipendentismo è tema più complesso, peraltro anacronistico. Tutte cose da me ampiamente affrontate sin da quando (precedente legislatura) ero vicepresidente della commissione speciale per la riforma dello Statuto.
    5 - la visione liberale sul francese non mi imbarazza punto, né mi sento costretto ad assimilarla o ad assimilarmi;
    6 - non ho sentito il tuono di max lattanzi a favore del socialismo reale, probabilmente ero distratto oppure ho visto un altro film;
    7 - non so che cosa sia per te un "blog vero": apri il tuo, dacci l'indirizzo e, se sarà il caso, interverrò senza pretendere d'insegnarti che cosa sia un blog;
    8 - non mi sembra sinora di avere provato fastidio dinanzi ad alcun argomento; non arrivo in ogni caso ad affermare di pensare come te quando questo non è vero;
    9 - questo non è un vettore propagandistico; sei comunque libero di pensarla come vuoi;
    10 - se desideri evitare il francese, cerca di utilizzare i verbi ausiliari giusti in italiano.
    Con affetto.

    RispondiElimina
  12. ah, a proposito di federalismo: mi piace anche quello di Emile Chanoux, quello alla svizzera, quello con i referendum senza quorum.

    RispondiElimina
  13. Ciao Eddy,
    leggo da poco il tuo diario, approfitto del tuo commento ai commenti per lasciare il mio primo.
    Anche qui trovo gli aficionados, quelli che ti chiedi perché non abbiano un blog loro.
    Non conosco il tuo piacevole amico Andrea Vuillermoz (forse sì ma non riesco ad associare alcun volto a questo nome), a volte sarei tentato di credere che si tratti di una comparsa. Un personaggio creato ad arte. E' sempre troppo puntuale nell'intervenire facendoti fare un'eccelsa figura per contrasto. Se dovesse capitare di leggerti con perplessità sono sicuro che il molesto ma precisissimo intervento di Andrea Vuillermoz riuscirebbe a rendere il tuo post condivisibile.
    Trovo invece sempre stimolante il Sig. Courthoud e tedioso barbera e champagne freud e jung, alle zusammen ovviamente.
    Per quanto riguarda la tua decisione politica e la dichiarazione in consiglio, non sono stato abbastanza presente per commentare utilmente. Nel leggerla però ho voluto pensarla come un saluto alla Pasquale Ametrano.

    A presto.

    RispondiElimina
  14. Alberto Grisero - Aosta26 novembre 2007 16:34

    Mi pare che l'intervento iniziale di Pippo sia particolarmente azzeccato: è bane continuare su questa linea.
    P.S: che differenza c'è fra la Stella Alpina e la Fédération Autonomiste? Nessuna: Si sono divisi solo a causa di liti interne "ad personam"!

    RispondiElimina
  15. mr. tambourine man26 novembre 2007 19:02

    W eddy che finalmente ha parlato laddove in precedenza c'erano salti da dodici netti sui centodieci . Un solo invito : chiedi conferma al max sulla sua difesa del socialismo reale riportata in più papiri locali e recenti .

    RispondiElimina
  16. bruno courthoud26 novembre 2007 21:47

    credo che tutti quelli che hanno sinceramente a cuore la democrazia non possano che salutare con soddisfazione il tentativo di Eddy di creare in VDA un polo liberale e ovviamente democratico in sana competizione con il PD. Personalmente penso che anche tanti sbandati dopo il crollo dei partiti nazionali tradizionali potrebbero trovarvi il loro "luogo", ora invece costretti a rifugiarsi in fantomatici raggruppamenti senz'arte né parte, o altrove. Ovviamente non potrà chiamarsi FI (a volte anche i formalismi contano).

    RispondiElimina
  17. Caro ectoplasma,
    le cavolate le hai dette tu, come ha ben precisato Eddy nella sua descrizione di "weblog".
    Il porsi , di una persona famosa , a disposizione di chi vuole dialogare con lui non c'entra una beneamata mazza con il blog, se non come optional.
    Poi che Eddy lo faccia è un altro discorso. E, ad ogni modo, lui ce lo permette comunque.
    Ma PRETENDERLO mi sa troppo di politica unionista. Io comando te!

    RispondiElimina