PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

31 dicembre 2011



Buon Anno a tutte le amiche e amici di oggi e di quella volta là, a tutte le atlete e gli atleti di oggi e di quella volta là.


Che nel 2012 la nostra Atletica possa e sappia trovare forza, capacità e persone giuste per rialzarsi.


Che nel 2012 la nostra Valle possa e sappia trovare forza, capacità e persone giuste per non abbassarsi.

24 dicembre 2011

Buon Natale


Con l'augurio che i genitori dei vostri figli trascorrano questi giorni in pace e felicità.

Buon Natale!

19 dicembre 2011







Tremonti: troppe tasse
nella manovra di Mario Monti








Cicciolina: troppo sesso
nei films di Rocco Siffredi

15 dicembre 2011

che qualcuno confonda
equità con equity?

Il giornale radio, illustrando gli emendamenti alla manovra, ci ha spiegato oggi che, contrariamente a quanto diffuso in precedenza per errore, l'aumento dell'accisa (in arte "tassa") non si applicherà alle sigarette, ma solo al trinciato. Quindi, per compensare la diminuzione della nuova imposta sulle barche oltre i 10m e sulle auto di lusso è stato necessario aumentare l'imposizione sul tabacco trinciato, quello con cui i miliardari si fanno notoriamente le sigarette da soli.
Finalmente una misura equa.
E' stata così sanata una grave ingiustizia. Finora, rollarsi una canna di Maria Giovanna costava troppo rispetto a rollarsene una di trinciato. Nell'ottica di una sana lotta di classe, sul piano dei consumi gli studenti ricchi si sentiranno ora più vicini a braccianti e muratori.

5 dicembre 2011

Deval delle mie brame:
come promuovere il PDL
da partito di governo
a partito di sottogoverno

La nomina di Giorgio Bongiorno ad amministratore delegato di Deval fa entrare finalmente il PDL valdostano nella stanza dei poussoirs.
Con le dimissioni di Bongiorno da Coordinatore e la successione di Alberto Zucchi si compie così il brillante disegno politico di Massimo Lattanzi, che fin dal 2007 ha operato con lungimiranza perché fosse un rappresentante della componente di AN a controllare il PDL in Valle.
Sarà ovviamente il futuro congresso a regolare definitivamente la contesa tra i due signori delle tessere, anche se la spartizione dei loro ruoli (uno più portato alla parola, l'altro ai fatti) lascia prevedere una smentita dei numerosi annunci di Massimo Lattanzi che, periodicamente, da più di un anno, si era ufficialmente autoproclamato nuovo coordinatore.
Intanto ieri, nel discorso conclusivo del congresso dell'UV, Augusto Rollandin ha mirabilmente sintetizzato il peso politico del PDL nella maggioranza regionale: "Non siamo noi ad aver scelto la destra, sono loro che hanno chiesto di entrare in maggioranza. E comunque l'accordo dura il tempo di questa maggioranza" perché "ci si confronta con il governo che c'è" e "i nemici dell'autonomia sono ovunque, a destra e a sinistra".

Chapeau Max, chapeau Albert...

1 dicembre 2011

adesso chi lo spiega
ai nostri paladini locali
dell'internet-mordacchia?

 
 
 
 
Ai direttori delle testate on-line, per i quali la Cassazione ha già stabilito che non si possono applicare le norme sulla stampa, non si può nemmeno addebitare la responsabilità di non aver rimosso dal sito un commento inviato da un lettore e ritenuto diffamatorio.
Lo sottolinea la Cassazione che ha annullato senza rinvio la condanna per omesso controllo nei confronti dell'ex direttore dell'edizione on-line dell'Espresso Daniela Hamaui. 
(Ansa - Roma, 29 novembre)

28 novembre 2011

parla come mangi...!

stamane al GR1 delle 7.00 un corrispondente da Napoli riferisce che è stata scoperta "un'organizzazione  criminale tesa alla contraffazione di titoli d'ingresso a impianti spettacolistici di massa ad alta concentrazione di pubblico", in pratica una banda di falsari di biglietti allo stadio.
Già il brodo allungato è pessimo giornalismo, quando poi l'allungamento rende quasi incomprensibile la notizia...
Che Napoli sia stata contagiata da qualche nostrano campione di scrittura pleonastica, baldo amante delle "evidenti criticità", delle "evidenti ragioni di sicurezza" e degli "spiacevoli eventi infortunistici"?
Qualcuno conosce infortuni che non siano "spiacevoli"? O forse ritiene che "evidenti ragioni" sia l'opposto di "problemi occulti"?
Parla come mangi e, soprattutto, fatti capire...

21 novembre 2011

pubbliche virtù



Ieri Mario Monti è andato a Messa, lo comunica oggi il GR1.
Notiziona.
Avrà fatto la comunione? Ci dicano pure tutto, maggiorenni siamo...

7 settembre 2011

tra metatesi e dislessia
confusione a destra



Criticando la posizione dell'attuale dirigenza valdostana del PDL, Paolo Dalbard l'ha definita:
"confuso neoliberismo pseudoregionalista"
In realtà intendeva più correttamente:
"confuso neoregioralismo pseudoliberista"

6 settembre 2011

iPhone 6


se preferiamo Apple a Windows, ci sarà ben un motivo...!
 

29 agosto 2011

vergogna!

una regola idiota, nipote degenere del tie-break, ci ha rubato oggi a Daegu la finale più bella e attesa. Diritti tv battono l'atletica 1-0. Vergogna!

21 maggio 2011

ciao, Luciano...

Oggi pomeriggio a Santhià, durante il CdS allievi, è giunta notizia che era scomparso da pochi minuti, a 95 anni, Luciano Fracchia. Come a tutti quelli che hanno fatto atletica quella volta là, ci mancherà sempre la sua onnipresente Bolex Paillard 16mm, carica a molla, torretta con tre obiettivi (gli zoom erano da venire).
Curioso, attento, competente, innamorato del più nobile degli sport.
Gli abbiamo voluto tutti bene, ce lo ricordiamo così.




26 aprile 2011

ci voleva Pasqua...

...per avere un po' di tempo e sistemare le cose.

Nel post precedente (stanchezza...) ho accennato al casino che ho combinato con blogger, il blog-motore che ospita appropó.

Avete presente, due post qui sotto, "allagamento della maggioranza"? Una decina di giorni fa stavo rispondendo ad un commento di tale Marcel Andruet, in realtà il nom de plume di un cavaliere che combatte in conto terzi per il Sire dalle belle braghe bianche, ma vuole essere anonimo. O meglio, crede di esserlo... Un coraggioso, insomma.
Avevo imbastito un'ariostesca risposta non casualmente diretta al franco cavaliere Orlando: gli dicevo di farsi una ragione del fatto che Angelica aveva optato per il pagano Medoro, e gli suggerivo che poteva vendicarsi solo trombando Bradamante, facendo così soffrire un altro pagano, Ruggero.

Vi risparmio la decodifica, che solo Marcel Andruet e chi lo conosce possono appre-depre-disprezzare e arrivo al punto: appena finito di scrivere il (lungo) commento, vittima delle complicazioni del requester di input di blogger, premendo un tasto sbagliato me lo sono fumato.
Ho sempre gestito i commenti direttamente dai post, come voi quando li inserite, ma, poiché nell'ultima versione di blogger avevo notato (senza mai averla usata) una specifica sezione interna "commenti", ci sono entrato per vedere se c'era qualche modo di recuperare il testo perduto. Ho scoperto così un mondo tutto nuovo, dove i commenti possono essere gestiti molto più agevolmente, ma, soprattutto, ho scoperto che, mentre lì tutti i commenti che giungono sono effettivamente registrati, non tutti mi giungono su gmail, il mailer che utilizzo. In pratica, c'erano oltre settanta commenti che io, per posta, dal 2008 a oggi non ho mai ricevuto! E che, ovviamente, non ho mai pubblicato e ai quali non ho mai risposto... Misterioso rimane il fatto che alcuni commenti per posta siano arrivati e alcuni no.
Se perciò qualcuno si è sentito offeso per non avere visto pubblicati i suoi commenti, mi scuso. nessuna censura. Ora che ho scoperto il trucco, non li gestirò più dalla posta, ma direttamente da blogger e non capiterà più.
Ma i casini non vengono mai soli.
Scoperto l'inghippo e cercando di sistemare i commenti a "allagamento della maggioranza", prova di quà, prova di là, non solo non ho recuperato la mia risposta al furioso Orlando, ma ho incasinato i commenti già pubblicati. Così sotto il post apppare "7 commenti", ma se andate dentro ce ne sono solo quattro. In realtà ne erano stati pubblicati tredici.
In pratica non si capisce più nulla.
Perciò oggi, recuperando con calma l'archivio completo di gmail ho ritrovato e messo in sequenza i tredici commenti e ve li ammannisco qui, just for the record. Segue perciò la sequenza ricostruita e corretta di tutti i commenti che non trovate più sotto "allagamento della maggioranza". Se v'interessano, eccoli. Se non v'interessano, me ne farò una ragione.


La sequenza ricostruita:

29 marzo 2011, ore 14:38
Anonimo lascia il seguente commento:
“Da elettore del Pdl valdostano sono enormemente deluso. L’unica cosa che mi rasserena è il fatto di aver votato Tibaldi e Ottoz alle ultime elezioni.
Stefano.”

30 marzo 2011, ore 00:16
Roberto Corsi lascia il seguente commento:
“La val d’Aosta non differisce molto dal resto d’Italia. E’ lo stufato del Pelliccia, molte patate e poca ciccia.”

30 marzo 2011, ore 14:21
Anonimo lascia il seguente commento:
“L’idea è bella, ma le foto sono troppo recenti, fanno troppo male, spostano l’attenzione sul dolore e sono fastidiose se usate per gioco. Quella della statua della libertà è perfetta, le altre due dovresti cambiarle con qualcosa di meno “reale”. Personal opinion, obviously!”

30 marzo 2011, ore 14:46
Eddy (your blogger) lascia il seguente commento:
“Touché.
Pur continuando a pensare che, alla faccia del politically correct, si debba rivendicare il diritto di sor-irridere di tutto (senza per questo mancare di rispetto a chicchessia), non voglio certo urtare la sensibilità di nessuno e ho perciò cambiato le foto. Al Giappone ho sostituito la Honolulu di un fantafilm.
In fondo si adatta addirittura meglio al contesto, anche l’isola di Oahu è, come la Valle d’Aosta, un’isola felice. E’ inoltre la principale dell’arcipelago delle Sandwich, intitolate da James Cook a quel John Montagu IV, conte di Sandwich, che inventò l’omonimo panino.
Sempre roba che si mangia.”

30 marzo 2011, ore 14:49
Pilar lascia il seguente commento:
“non si sa mai cosa può accadere di preciso dopo un allagamento… si dovranno sistemare le autostrade, rifare le rotonde, costruire palazzi, smaltire i rifiuti… Sicuramente comunque ci vorrà molto tempo per far andare via la muffa
inviato da iPad di Pilar”

30 marzo 2011, ore 22:34
Eddy lascia il seguente commento:
“al coraggioso anonimo che ha appena inviato un commento che inizia con: ”neanche il pudore di pensare… ecc.” consiglio di avere almeno il pudore di firmarsi.
Giusto perché la vigliaccheria non abita più qui.”

30 marzo 2011, ore 22:42
Eddy lascia il seguente commento:
“sarò ovviamente felice di pubblicare qui qualunque insulto a me diretto.
Purché firmato.”

6 aprile 2011, ore 00:28
Marcel Andruet lascia il seguente commento:
“Fa piacere vedere come l’anonimo che ha inaugurato questa serie di post specifichi di essere un elettore di centrodestra e di aver votato Tibaldi e Ottoz, una firma davvero patetica su un commento melenso scritto ad uso e consumo del signor Tibaldi, probabilmente da lui stesso o uno dei cinque accoliti, per giustificare la loro “dissidenza”. Che risate “

6 aprile2011, ore 15:29
Eddy lascia il seguente commento:
“mi spiace Michel, il commento è arrivato così. Anonimo come provenienza, a nome di Stefano senza cognome. Di più non so. Sincero, bocconcino avvelenato (prodromico a commenti come il tuo), bufala? Non so.
So che purtroppo (per te e altri due o tre) quadra con il sentimento che molti elettori che conosco provano, non tanto nei confronti di Enrico Tibaldi o me, quanto nei confronti dell’attuale situazione del PDL in Valle, dove pare impazzita la mayonnaise.
Molti sono coloro che non capiscono. Tu probabilmente hai le idee più chiare. In questo caso sei molto intelligente o molto fortunato.
La maggioranza degli elettori del PDL, invece, semplicemente non capisce.”

6 aprile 2011, ore 15:32
Eddy lascia il seguente commento:
“…o magari sei contento d’imbarcare Lavoyer e La Torre.”

10 aprile 2011, ore 20:09
Marcel Andruet ha lasciato il seguente commento:
“Da quel che traspare sembra che l’alleanza Union-PDL sia voluta direttamente da Roma (leggi Berlusconi), altrimenti mai si sarebbe dato via libera ad operazioni portate a termine grazie ai buoni rapporti romani (leggi Deval). Rispetto a questo cosa ne dici? Sono pazzi Lattanzi e Zucchi che seguono le indicazioni che arrivano direttamente dalla direzione nazionale oppure Tibaldi è stato eletto Coordinatore Nazionale del PDL e nessuno se n’è accorto?”


11 aprile 2011, ore 10:37

Eddy lascia il seguente commento:
“Questa vicenda si basa su un gigantesco equivoco, ossia che Massimo Metternich e Alberto von Bismark siano stati indispensabili per presentare Augusto Rollandin a Silvio Berlusconi affinché il Governo facesse e faccia ancora piovere denaro sulla Valle d’Aosta.
Ora, a mio avviso, non sono il duo insulina Latt&Zucc (occhio alla glicemia…) ad aver portato Rollandin da Berlusconi, ma Rolly che, per sua personale e gentile concessione, ha concesso loro di entrare nei palazzi romani, facendo loro da cicerone, purché non toccassero i soprammobili e soprattutto non disturbassero durante i colloqui ufficiali (a quelli non ufficiali non sono ammessi).
Non è Enrico Tibaldi il coordinatore, tutt’altro.
I coordinatori in Valle sono uno più tre: imperiale (Rollandin), reale (Zucchi), virtuale (Lattanzi) e trasparente (Bongiorno).
Enrico Tibaldi, non essendo mai stato a Hong Kong, non fa parte della triade.
Si limita a ragionare.”


12 aprile 2011, ore 01:34

Marcel Andruet lascia il seguente commento:
“O forse Lattanzi e Zucchi sono gli unici che hanno contatti a Roma e qualcuno è invidiosetto? Tu con quale membro nazionale del PDL hai contatti quotidiani? Ti hanno invitato quando sono andati ad incontrare il presidente o sei rimasto clamorosamente escluso? E Tibaldi ragiona perché parteggi per lui? Se domani entrasse in maggioranza pronunciando un discorso contro l’ingresso in maggioranza (cosa che ha schizzofrenicamente fatto) smetterebbe di avere ragione?”

Avrebbe dovuto seguire qui la risposta al Furioso Cavaliere Orlando, quella che è andata persa, ma vi ho quasi tutto detto in apertura, salvo che, per quanto riguarda i contatti che ognuno coltiva a Roma, nulla so del duo insulina. A Villa Madama non li ho mai incontrati.
E Via dell'Umiltà, per la triade, sarebbe un ossimoro.


Ieri sera, 24 aprile 2011 (Pasqua), ore 22:16
Patrick Barmasse lascia il seguente commento:

"L'inizio della fine per l'UV.
E che non mi si venga poi a dire che questa scelta è stata ampiamente condivisa dalla tanto decantata "base", perchè quest'ultima ha espresso a più riprese (e in più sedi) la sua contrarietà all'operazione.
Quel che mi ha amareggiato maggiormente è stato scoprire come i delegati abbiano votato compatti a favore della storica virata a destra: evidentemente non rappresentano più coloro che dovrebbero rappresentare in seno al Conseil fédéral! Bell'esempio di partecipazione, insommma. Ah, naturalmente non dimentichiamoci la barzelletta dei "niveaux differents", sapientemente propinataci a suo tempo."

12 aprile 2011

stanchezza...

...e sonno.
Quattro del mattino, scopro una roba di blogger che non sapevo. Una manovra sbagliata e mi sono fumato un pacco di commenti all'ultimo post. Poi una giornata di quelle. Non so se riuscirò a rimediare, ma non stasera. A mente più lucida. Ci provo domani.

29 marzo 2011

allagamento della maggioranza

visto da sinistra



 visto da destra




unico risultato certo

22 marzo 2011

astrovegetariani

pissenlit (tarassaco, insalatina dei prati)
truset (trus, radicio verdón de cortéo, grumolo verde)

















 sul calendario lunare sapete tutto, ma non sfugga agli adepti dell'oroscopo dell'insalata che il 20 marzo siamo usciti dalla costellazione del pissenlit e siamo entrati in quella dei truset.

21 marzo 2011

la Storia insegna




Roma, 1527
Franza o Spagna, purché se magna...!





Aosta, 2011
Spagna o Franza, purché in maggioranza...!

(Stam Broker's picture by courtesy of Patuasia)