PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

20 marzo 2008

prove di sondaggio

per provare un nuovo script ho inserito a destra un sondaggio. Se rallenterà il blog lo toglierò. In ogni caso lo toglierò entro i termini previsti vper i sondaggi durante le campagne elettorali.

28 commenti:

  1. mafarka over the rainbow20 marzo 2008 12:34

    Beh , mi pare che o sei non democratico o non informato su quanti sono i candidati ... Manco un " altri " prevedi ! Nè si può dire che sono i candidati più accreditabili di vittoria , perchè in tal caso i nomi dovevano essere 2 e non 3 ... Buccia di banana , eddy !

    RispondiElimina
  2. bruno courthoud20 marzo 2008 12:45

    non so che cosa si debba intendere per "miglior raccordo". Se si deve intendere nel senso più diffuso e corrente (UV e dintorni), cioè "il miglior raccordo è quello che mi consente di portare a casa la maggior quantità di roba possibile", alla faccia di tutto e di tutti, la risposta dovrebbe essere:
    Cleto Benin se a Roma s'insedia il PdL;
    Carlo Perrin se a Roma s'insedia il PD;
    Antonio Fosson, bisex, in ogni caso (a meno che a Roma si stufino dei bisex).
    Ancora meglio, secondo la collaudata "filosofia politica" di Caveri ed UV, se il rappresentante valdostano, in condizioni di parità a Roma, potrà e vorrà divertirsi a fare il "ricattatore".
    Poveri noi! Se è così, la politica in VDA vola alto!

    RispondiElimina
  3. scusate, era un esperimento. In questo momento ho un vespaio che mi ronza in testa, riprendiamo oggi pomeriggio. Mi spiace. Davvero.

    RispondiElimina
  4. mafarka over the rainbow20 marzo 2008 12:59

    A tutti può succedere di farla fuori dal vaso . L'importante è capire che si deve fare più attenzione , nonchè pulire dove si è sporcato . Cose che eddy ha onestamente fatto , con prontezza da " grande " . Long life to eddy !

    RispondiElimina
  5. bruno courthoud20 marzo 2008 16:05

    scusate se cambio argomento. Mi hanno gentilmente segnalato che Il corriere della Sera odierno pubblica un articolo sulla Università della VDA, qualificandola come la più costosa d'Italia (1 professore ogni 5 studenti). Qualcuno lo ha letto? Io sono isolato qui a Rhemes. Costi-benefici? Un ennesimo carrozzone? Grazie

    RispondiElimina
  6. tanto per chiarire, personalmente non voto (sulla parola).

    RispondiElimina
  7. bruno courthoud20 marzo 2008 16:10

    per grisero
    ricordati che oggi è giovedì santo: pertanto, se non lo hai ancora fatto, lavati (o fatti lavare i piedi)!
    Per crocifiggerti, c'è tempo domani, verso le 15. Mi raccomando, sii puntuale e portati due amici a scelta.
    p.s. non preoccuparti più di quel tanto, domenica risorgerai!
    Ovviamente, non intendo offendere in alcun modo i credenti; è solo un "divertissement".

    RispondiElimina
  8. mafarka over the rainbow20 marzo 2008 16:11

    Perfetto , ci si può bere dentro .

    RispondiElimina
  9. tutto questo ovviamente se ieri sei entrato a Gerusalemme su un asinello e con un rametto d'ulivo in mano.

    RispondiElimina
  10. Alberto Grisero - Aosta20 marzo 2008 16:31

    Battute a parte, nei giorni scorsi ho sentito dire, da fonte ASSOLUTAMENTE INSOSPETTABILE, che dopo le elezioni, ci potrebbe essere un accordo fra Veltroni e Casini, anche perché, all'interno del Popolo delle Libertà, qualcuno sta cominciando ad essere stufo del soffocante protagonismo di Berlusconi: al di là delle opinioni di parte, voi che ne pensate?

    RispondiElimina
  11. steamed cockroaches macaroni20 marzo 2008 16:32

    Però ... concordo poco col concetto di " raccordo " . Anche se poi è così . In un mondo normale non esiste tale raccordo , o meglio è un raccordo tecnico , da postino . Perchè il Parlamento deve scodellare leggi che interpretano la Costituzione , nel modo + oggettivo possibile , non ad usum delphini . A tale scopo , caro Bruno , non conta il colore del governo a Roma nè chi sono i parlamentari , nel senso che la Costituzione è una e governo/parlamentari devono solo farla rispettare . Un passo indietro : gli articoli 2 e 3 indicano valori eterni che comandano gli Statuti regionali , appendice della carta costituzionale ma soprattutto transeunti perchè riferiti a realtà cangianti . Se un terremoto distrugge una regione , poi lo Statuto regionale dovrà essere abito a misura dei nuovi arrivati , non dei defunti . Idem per uno Statuto regionale che va modificato non per un terremoto , ma per effetti simili a quest'ultimo causati da 60 anni di modifiche sostanziali causate dal tempo . Lo Statuto valdostano regalava ai locali 7/10 , poi 9/10 , ora quasi 14/10 con l'iva da importazione . Ma se domani un tracollo dello Stato richiedesse un riequilibrio nei trasferimenti i 14/10 vanno rimodellati alla luce dei valori della prima parte della Costituzione . Idem per le specificità valdostane : il 2008 non è il 1948 nè demograficamente nè culturalmente per mille motivi . Ciò detto , non si può avere un "raccordo" che masturba la Costituzione a seconda gli interessi politici del partito che ha fatto eleggere il raccordante . Più chiaramente : è peccato mortale modificare uno Statuto ( da cambiare !!!) in modo da favorire inciuci . In tale ottica , il " raccordo" + saggio è dato da cittadini illumunati che espongono a un governo saggio le caratteristiche della Valle e indicano le direttive per rendere soddisfatti in regione i valori costituzionali , senza che i giochi partitici ci mettano lo zampino .

    RispondiElimina
  12. Aggiungerei una sesta opzione : "nessuno dei precedenti" .....

    RispondiElimina
  13. Ho letto sommariamente l'articolo del Corriere, mi pare che mentre il rapporto tra docenti/studenti è 1:5 rispetto ad un rapporto in Italia tra docenti/studenti più basso della metà, il rapporto costi/studente tra la valle e la media nazionale sia solo di 2 a 1, quindi mediamente in Italia un docente costa di più che in Valle. Poi ecco, può darsi che l'offerta di corsi sia troppo articolata e magari lo è solo apparentemente, tra l'altro (corsi con nomi diversi ma contenuti pressochè uguali)

    RispondiElimina
  14. Che i valdostani sappiano che, grazie allo Statuto, possono scegliere i candidati. In Italia la legge fa sì che a scegliere gli eletti siano solo i partiti quando li mettono in ordine di lista.

    RispondiElimina
  15. Eddy, ti segnalo che con SAFARI il sondaggio non si accorge che uno ha già votato e ripropone il voto se si torna a navigare sulla pagina mentre non consente di vedere il risultare aggiornato (se non rivotando, cosa che non ho fatto). Non so con altri browser come si comporta sto sondaggio.

    RispondiElimina
  16. bruno courthoud20 marzo 2008 21:21

    grazie uahlim
    domani vedrò se riuscirò a trovarne ancora una copia. Come vedi adesso hanno tutti un gran daffare con queste elezioni che per la verità non interessano quasi a nessuno (quelle nazionali). Si stanno solo preparando e allenando per quelle successive, le regionali. E mi pare che tiri una brutta aria: ho l'impressione che si prepari un accordo Air Vallée - Alitalia, le due compagnie di bandiera: sai che bell'affare! Speriamo che non ci impongano nuovamente le sanzioni, come ai suoi tempi!
    Tu non hai per caso occasione di consultare l'archivio parrocchiale di Ayas?
    Ti auguro buone feste
    b.courthoud@tiscali.it

    RispondiElimina
  17. bruno courthoud21 marzo 2008 07:34

    il mio povero portatile è di nuovo (ancora) sotto tiro. Ormai è guerra totale al terrorismo. Occhio per occhio, dente per dente. Sono già sulle tracce di Bin Laden e penso che ci arriverò prima di quei dilettanti americani. Come si usa in tempo di guerra, le operazioni sono coperte dal più rigoroso segreto militare.

    RispondiElimina
  18. bruno courthoud21 marzo 2008 08:05

    non riesco a comunicare con la posta elettronica.
    Approfitto pertanto della generosità di Eddy per ringraziare chi mi ha informato dell'articolo apparso sul Corriere della Sera a proposito dell'Università casalinga (non ho un numero di fax da fornirle) e per contraccambiarle i miei più sinceri auguri di Buone Feste. Mi conferma che è un articolo molto interessante, ricco di dati, non passibile di diffusione da parte della stampa (?) locale allineata. Penso comunque di recuperare l'articolo in giornata. Grazie.

    RispondiElimina
  19. Per Uahlim
    I partiti scelgono i candidati a Roma E ad Aosta. Noi facciamo la croce sul nome invece che sul simbolo, ma di fatto, scelto il movimento, il "votato" è quello proposto dai partiti. Mica nessuno ha fatto le "primarie" in VDA. Come nel resto d'Italia siamo liberi di scegliere il partito.... ...e basta!!

    RispondiElimina
  20. Con tutto il rispetto possibile per tutti i candidati, mi pare però che il sondaggio non sia particolarmente attendibile: pur augurando a Borluzzi e Monza un risultato sterpitoso, non posso credere che prenderanno il 12%, anche in considerazione del fatto che due anni fa la Mussolini ebbe 1587 voti (poco più del 2%) e Borluzzi, con un nome meno evocativo, ebbe 775 voti (poco più dell'uno per cento)

    RispondiElimina
  21. pio re - via po 2 - bra21 marzo 2008 12:50

    Dato di fatto aritmetico relativo a questo sondaggio sui generis . I tre candidati del centrodestra al senato sommano il 34% , tre punti sotto fosson e quattro sopra perrin . Alla camera i tre centrodestri sommano il 28% , nove punti sotto perron e sei sotto nicco . Indipendentemente da ogni giudizio su questi dati , non pensa eddy che avere nel pdl i candidati centrodestri che corrono fuori sarebbe stata buona cosa ? E , sempre per eddy , la colpa delle divisione è tutta dei non pidiellini o anche di questi ultimi se non ci sono stati salutari maritaggi ?

    RispondiElimina
  22. hanno votato sinora circa cento candidati, non è certo un campione significativo. Inoltre, un sondaggio non è una profezia. Questo su appropò per di più non ha certo i crismi dell'approccio scientifico. Infine la sua validità è riferita a quanti frequentano questo blog, non certo all'universo mondo della Valle d'Aosta.

    RispondiElimina
  23. il conte dracula21 marzo 2008 13:00

    @ martello . In questi due anni l'UV ha lanciato il tentativo di ridisegnarsi uno Statuto regionale ancorato al 1800 , il tutto condito dal tentativo di giungere al cosiddetto principio dell'intesa Stato-Regione per le modifiche statutarie ( cioè , in soldoni , intesa tra Stato e UV ), nonchè condito ancora dal silenzio-assenso del PDL a tali disegni UV , per intuibili aspirazioni . Pensi , martello , che tutto ciò non influenzerà l'esito elettorale ( a prescindere da questo sondaggio atipico perchè vota chi vuole e non un kit dalle caratteristiche individuate a tavolino ) ?

    RispondiElimina
  24. Penso proprio di no. La preoccupazione per lo Statuto del 1800 è soltanto tua e di altri due o tre tuoi pseudonimi (dal 1993 il Consiglio regionale tenta inutilmente di riscrivere una ipotesi di Statuto ed il forum di Ferraris nell'ultimo anno ha avuto 4 frequentatori). Quanto al principio dell'intesa, l'argomento sta nei programmi del galletto e dell'UV ma interessa assai poco al popolo elettore.

    RispondiElimina
  25. il principio dell'intesa è anche il primo dei due punti riguardanti lo Statuto del programma per le politiche del PDL. Non so la Lega, penso sicuramente no AS.

    RispondiElimina
  26. il conte dracula21 marzo 2008 17:59

    Caro Martello ,le persone "persone" ci tengono alla propria specificità , argomento sicuramente a cuore agli unionisti , che però lo vogliono risolvere in modo bizzarro . Il principio dell'intesa è in primis voluto dall'UV per utilizzarlo al fine di agire in modo non ortodosso sulle specificità delle persone , in ultima analisi . Spiace che persone intelligenti non comprendano la gravità dell'operazione o , come candidamente eddy confessa , concedano l'ok all' " operazione intesa " al fine di essere considerati in un certo modo da chi ben sappiamo . E' triste . Buona Pasqua a tutti .

    RispondiElimina