PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

20 dicembre 2007

euro o euri?

Speravo che con "venghi", "dichi" e "facci", aulici congiuntivi ministeriali, avessimo toccato il fondo, ma dopo "euri" e "gazebi" ci toccherà presto sentire qualcuno raccontarci di "camii", decorati con artistici "loghi", carichi di "frighi" e di "lavabi", tutti ben coperti da "naili".

32 commenti:

  1. e dove li metti gli "sdrai" ?

    RispondiElimina
  2. bravo!
    e chi più ne ha, più ne metti...

    RispondiElimina
  3. tagliatelle ai fusilli20 dicembre 2007 13:02

    Ma mi dichi , signor ottoz , non trovasse divertente questo utilizzo disinvolto della grammatica ?

    RispondiElimina
  4. tagliatelle ai fusilli20 dicembre 2007 14:40

    ...pardon : volevo dire gramattica , oviammente .

    RispondiElimina
  5. Se il vostro idraulico vi parla di scarichi, diffidate! quelli veri dicono "scarici"

    RispondiElimina
  6. Il sindaco di un Comune della Valpelline parlando del camposanto dice "cimiterio" e parlando di concessioni edilizie che scadono dice che vanno "rinovellate".

    Poi esige che l'applicata gli faccia la carta d'identità in francese ...

    RispondiElimina
  7. Alberto Grisero - Aosta20 dicembre 2007 16:16

    Oddìo, francamente "lavabi" si può dire senza (quasi) cadere in errore. Per quanto riguarda, invece, il neologismo "rinovellarsi", saranno contenti gli ex colleghi di Partito del consigliere Ottoz, poiché si tratta, chiaramente, di un francesismo! E dei vari "la Ministra", "la consigliera", "l'assessora", ne vogliamo parlare?! Siccome la Sinistra ritiene che il popolo abbia sempre ragione (sic!) prima o poi, arriveremo anche alla "direttora"...

    RispondiElimina
  8. e vadi anche per la direttora!

    RispondiElimina
  9. purché, ovviamente, accompagnata dalla dirigenta...

    RispondiElimina
  10. Alberto Grisero - Aosta20 dicembre 2007 17:01

    Battute a parte, egregio Ottoz, per il 2008 le suggerirei di regolare l'orologio del computer (mi pare che abbia un nome in gergo ma non ricordo quale): non sarebbe male se, ognuno di noi, sapesse esattamente a che ora sono stati formulati i vari interventi, grazie.

    RispondiElimina
  11. purtroppo è un mistero di blogger, come già detto qualche tempo fa. L'orologio di questo computer è regolato con precisione, idem quelli di casa mia. Francamente, non so che dire.

    RispondiElimina
  12. Perdonatemi Signori,ma quando certi signori che "abitano" nelle sedi istituzionali a Roma parlano "L'italiacane",non si scandalizza nessuno!

    RispondiElimina
  13. sono circa 15 anni che ci marcio su un lapis che fece un meccanico che chiamo' mia moglie quando si pianto' la macchina in mezzo alla strada e questi disse che nel motore c'era troppa sporchizia..ridiamo ridiamo intanto ho la linea telefonica di mia madre muta da 15 giorni grrrrrr e quello che piu mi rode e' che sono io che l'ho convinta a passare ad un altro operatore invece del solito e adesso mi becco i cazziatoni..quindi attenti perche' il nuovo che subentra anche se vi dice che non pagate piu il canone non vi dice che l'ultimo miglio rimane sempre uguale....chi vuol capire......

    RispondiElimina
  14. Eddy , condividi il comunicato , assolutamente da mendicanti , del tuo gruppo consiliare sui buoni benzina ? Quei 500 euro non ci spettano secondo logica e comunque bene sarebbe se i tuoi compagni di brunch si scusassero per quello che è ancora più chiaro del sole : la demagogia è intrinseca a ogni comitato elettorale . Diramare tale accatton-comunicato significa ritenere imbecilli i lettori del medesimo , laddove invece sono i suoi estensori poco o punto attenti alla non dignità politica che sciorinano .

    RispondiElimina
  15. bruno courthoud20 dicembre 2007 20:27

    per texas
    ricordati di far presente a quel sindaco della Valpelline che le concessioni edilizie scadute, salvo casi eccezionali previsti per legge, non sono "rinovellabili", ma occorre rilasciare nuova concessione edilizia.
    Per quanto concerne "cimiterio" e "rinovellare", mi dispiace per Grisero, ma non si tratta di francesismi (troppa grazia!), ma dialettalismi o come dir si voglia.
    Questo breve quadretto di sindaco della Valpelline esprime comunque efficacemente il livello culturale medio dei nostri sindaci, futuri aspiranti a cariche di consiglieri regionali e cariche direttive e amministrative varie per meritocrazia politica post l.r. 45/95(ad es., tanto per rimanere nella Coumba Freide, un ex sindaco di Etroubles è direttore (II livello dirigenziale) presso l'Assessorato alle foreste per meriti politici: promozione sul campo di battaglia). Chi vuol fare un'indagine su quanti siano i sindaci o ex sindaci UV dirigenti regionali avrà sorprese: possibile che tutte le "menti", in questa Regione, siano partorite da mamma UV?

    RispondiElimina
  16. bruno courthoud21 dicembre 2007 10:55

    sssst! tutti (in primis Césal sul Peuple) stanno studiando la legge elettorale ... qualcuno comincia ad avere qualche dubbio ...
    Chi comunque pensava ancora che il voto, al referendum, fosse libero e segreto, invece che "controllato", ha potuto verificare cosa succede, addirittura in Consiglio regionale, quando il voto è effetivamente segreto, invece che "controllato". Archiviamo pertanto definitivamente la vergognosa pagina del referendum con un plauso a chi, nonostante tutto, è andato a votare, e non dando un peso che non hanno ai suoi risultati. Con l'impegno di non nominare più la parola "referendum" finché c'è di mezzo un quorum da raggiungere. Sarebbe solo inutile demagogia.

    RispondiElimina
  17. Specchio specchio delle mie brame, tra 12vda, aostasera e aostaoggi, chi è il più bello del reame?

    RispondiElimina
  18. La seguo spesso in consiglio e vorrei complimentarmi con lei e con i suoi attuali colleghi della casa delle libertà. Oggi "spulciando" i blog sotto la provincia di aosta ho trovato il suo e devo dire che da oggi risiede nella mia lista dei link da leggere....seguirò spesso i suoi post..a presto.

    RispondiElimina
  19. Stefano , non ti accorgi di essere troppo lecchino verso eddy ? Direi che stai a lui come i forzisti stanno all'union...

    RispondiElimina
  20. caro chronoswiss non mi sembra di aver fatto un intervento da "lecchino"... anzi...semplicemnte seguirò questo blog, come ne seguo altri, e commenterò i post...forse solo a quel punto potrai giudicare i miei commenti....

    RispondiElimina
  21. @ stefano : take it easy .

    RispondiElimina
  22. bruno courthoud21 dicembre 2007 22:33

    qualcuno lo chiama "socialismo reale" (Dell'Aquila in una lettera su La Stampa di oggi), qualcun altro "originale welfare federalista (?)" (Caveri nella conferenza stampa di oggi), altri ancora (se non sbaglio De Rita) "benessere senza sviluppo", il tutto per descrivere l'assistenzialismo e lo sperpero di soldi in VDA dove, senza mamma Regione, quasi nessuno camperebbe. Ma Regione significa soldi di contribuenti solo in parte valdostani, che il prof. Onida qualifica, bontà sua, come risarcimenti e non come privilegi. Mi tornano in mente i verbali delle Assemblee dei Tre Stati (1550 circa/1750 circa) che si concludevano immancabilmente con ringraziamenti e richieste per il mantenimento di quelli che venivano definiti "nos privilèges" (in concreto una riduzione dei pagamenti in relazione alle misere e povere condizioni del duché). Come cambiano i tempi! Non è che da poveri spennati siamo diventati dei ricchi (si fa per dire) parassiti che, per la maggior parte, senza il bancomat di mamma Regione,... .

    RispondiElimina
  23. Per eberhard alias chronoswiss alias movado,
    mi sa che dovresti essere tu to take it easy!

    RispondiElimina
  24. Alberto Grisero - Aosta23 dicembre 2007 18:15

    Egregio Bruno Courthoud, se le più belle menti della Valle d'Aosta sono partorite dall'Union Valdotaine, stiamo freschi! Questo dimostra, ancora una volta, quanto sia difficile, in questa regione, emergere senza avere una raccomandazione (o anche solo l'assenso) del Leone Rampante.

    RispondiElimina
  25. eberhard,
    precisiamo: il comunicato vuole solo correggere i toni trionfalistici dell'assessore su un punto che non è stato gestito proprio perfettamente, e sulla conclusione del quale (alla data) si è sbattuto ed ha ottnuto il risultato (ancorché parziale) l'on. Mauro.
    Quanto poi alla sostanza, il carburante in esenzione fu "concesso" nel 1949 pur di non riconoscere alla Valle d'Aosta un diritto costituzionale (zona franca - art. 14 dello Statuto). La difesa di un diritto è accattonaggio? fai tu.
    Infine, va detto che la questione è oggi solo un simbolo, un'icona, poiché (e ti risparmio il regionamento contabile) ormai. dal lontano 1981, il corrispettivo fiscale dell'esenzione è una partita di giro, ossia lo paga la regione, meglio se preferisci, i suoi cittadini.
    I simboli sono importanti, eccheccazzo!

    RispondiElimina
  26. alberto grisero (tuo ultimo intervento),
    rispondi a un commento che mi sono perso o introduci un nuovo tema? (non mi riferisco ad assensi o raccomandazioni, ma alle meglio menti).

    RispondiElimina
  27. La difesa di un diritto è accattonaggio ? Questa la tua domanda . E' la premessa cui ti attacchi che non regge . I governi italiani mai si sono interessati alla valle ; la sua insignificanza ( un 500esimo della nazione ) è stata la premessa per concedere irrazionalmente quanto funzionale a non sentire rogne arrivanti a roma dalla valle . Ma già decenni fa era tempo per rianalizzare tutto , senza lasciar marcire una situazione degenerata al punto da annullare l'autonomia ( al di là del cretinismo implicito nell'aggiungere il termine "autonoma " alla regione : la valle lo sarebbe se governata da persone sagge provenienti ora da altre regioni o stati ) delle persone , distrutte culturalmente e impaurite nell'esporre tesi alternative , visto il condizionamento cui tutti sono sottoposti e che , ad esempio , portano 25000 calabresi a non esplodere quando l'uv li dipinge per quello che non sono . In tale aberrante situazione , di necessario punto e a capo , è insensato fare riferimento a zone franche , superate oltretutto da regole comunitarie , per giustificare l'obolo di 500 euri benzinari al solo fine di dimostrare la schiena a 90 gradi davanti all'union e per non pregiudicare il consenso di elettori sui quali il tacere è bello . Sai che quanto dico è vero e certo lo pensi pure tu , perchè fa il demagogo ? Anyway , merry Christmas !

    RispondiElimina
  28. eberhard,
    forse ti sei perso il passaggio di eddy sulla 'partita di giro' e sulla simbolologia.
    Conosci un pochino di economia? Vincolo di bilancio e curve di indifferenza? Con la stessa spesa si può essere più o meno soddisfatti a seconda del tipo di beni acquistati anche in virtù del loro status e della modalità di acuisizione.
    Come dice eddy, i simboli sono importanti, e lo sono sempre stati per i popoli.
    Hai l'orologio indietro, ma non metterlo troppo avanti...

    RispondiElimina
  29. Alberto Grisero - Aosta29 dicembre 2007 17:41

    Egregio Eddy Ottoz, rispondo con 5 giorni di ritardo alla domanda che lei mi pone, semplicemente perché sto facendo il "turista" fra i presepi e le luminarie della Valle d'Aosta. E' amaro doverlo constatare, ma quando si parla di "menti valdostane", non sono solo io, ma l'Italia intera a fare dell'ironia: ho già avuto modo di dire altrove, che bisogna provare a vivere un anno in un'altra città, per capire come questa regione sia GIUSTAMENTE considerata la patria della battaille des reines, che lo Stato deve mantenere a Statuto Speciale. Attenzione, però, perché non siamo noi italiani ad essere razzisti, ma sono i valdostani a dovere rispondere alla seguente, maliziosissima domanda: cos'ha mai dato la Valle d'Aosta all'Italia?

    RispondiElimina
  30. Io sono per euri, euro invariato è solo un'invenzione della crusca per far sì che le banconote abbiano tutte la stessa intestazione euro. Ma la lingua la fa il popolo, non l'accademia. E mi pare questa un'inutile ennesima eccezione introdotta nella nostra lingua.

    RispondiElimina
  31. Ti accorgi, Eddy, che ogni argomento è buono per scatenare commenti che non hanno nulla a che vedere con la sostanza del tuo messaggio?
    Perchè ti ostini ad educare questa gente che non ha nessuna intenzione di diventare migliore?
    Perchè ti impegni a perdere tempo ed a farne perdere ad altri?
    Non potresti magari scrivere un libro? Scusa se mi permetto di darti alcuni consigli...
    O sei anche tu una comare di questo villaggio ed in fondo ti piacciono queste chiacchiere gossip che il mondo virtuale (con il privilegio dell'anonimato) ti vomita addosso???.....

    RispondiElimina