PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

7 luglio 2008

indovinello 4

(foto démon)
chi sa cos'è questo tempio della cultura?
(dall'album "Valle che vorresti, Valle che hai")

13 commenti:

  1. sempre più facile eddy, ci fanno pure le visite... quasi di fronte al tuo coni... l'eternosplendor!

    RispondiElimina
  2. Copertura dell'area megalitica di Saint Martin de Corléans ad Aosta

    RispondiElimina
  3. splendor: sbagliato
    area megalitica: giusto!
    bravo max

    l'angolo delle strutture metalliche parla chiaro, d'altra parte un indizio dovevo pur lasciarlo.

    RispondiElimina
  4. come dire che una volta gli archeologi scavavano, oggi fanno i carpentieri.

    RispondiElimina
  5. questo sarà un altro mega carrozzone da mantenere....evvai!

    RispondiElimina
  6. Alberto Grisero - Aosta8 luglio 2008 16:12

    A proposito dell'eterno-costruendo teatro Splendor 2000, lei come la vede? Entro quanto tempo riusciranno a finirlo? Non sarebbe stato meglio, prima di riprendere i lavori, verificare se Cinelandia, a Saint-Christophe, è riuscita a superare il biennio di prova? In caso affermativo, e' inutile costruire il nuovo teatro Splendor, poiche' i film, verranno quasi tutti proiettati nel cinema-multisala e sara' il Giacosa, insieme al Palais Saint-Vincent, a fungere da teatro per la Valle d'Aosta. Solo nel caso in cui, Cinelandia dovesse chiudere per mancanza di introiti, avrebbe infatti senso, aprire il nuovo teatro in via Festaz, ad Aosta.

    RispondiElimina
  7. Alberto Grisero - Aosta8 luglio 2008 16:22

    ...A proposito, poi, del discorso relativo alla cultura, lo scorso 25 maggio, i valdostani, hanno dimostrato di voler essere amministrati da chi dice che, essa, va soffocata, poiche'... discendiamo dai Salassi, che erano barbari! Eppure e' stato lo stesso Caveri, nel suo ultimo "calepin" da Presidente/Prefetto, ad avere ammesso che, sin dai tempi del Regno Sabaudo, la Valle d'Aosta e' una sede punitiva dove lo Stato manda gli incapaci o chi ha sgarrato! Piu' io vivo in questo posto e piu' mi rendo conto del perche'! (e adesso si faccia avanti qualche sfigato a chiedermi che ci sto a fare...)

    RispondiElimina
  8. Andrea Vuillermoz8 luglio 2008 17:00

    Se le cose si fanno, non va bene;se non si fanno, non va di nuovo bene; quanta demagogia in questo blog.

    RispondiElimina
  9. prima di sparare cazzate sui quattro temi degli indovinelli, chiedi al tuo padrone la sua opinione, così saprai anche che cosa ne pensi tu.

    RispondiElimina
  10. Evitate le polemiche! Cosa avete da dire sulla torre di Sant'Anselmo a Gressan?

    RispondiElimina
  11. Alberto Grisero - Aosta9 luglio 2008 16:14

    La torre di Sant'Anselmo a Gressan? E cos'e' mai?

    RispondiElimina
  12. TORRE DI SANT'ANSELMO
    La casa-forte risale al X secolo. Ciò che resta sono i muri di una torre che si eleva sopra le case che vi si sono ammassate intorno nel corso dei secoli, come i resti di una cinta di un cortile con un portale ad arco a guisa di ogiva. Le pareti della torre, che probabilmente si elevavano al centro di una corte fortificata, presentano ancora dettagli interessanti come la muratura e l’apertura delle finestre e delle feritoie. Sotto la porta di un edificio, risalente ad un epoca successiva, che si elevava nella corte, appare un affresco del XVIII secolo rappresentante S. Anselmo, purtroppo rovinato dal tempo perché trascurato per secoli. (Comune di Gressan)

    RispondiElimina
  13. Alberto Grisero - Aosta10 luglio 2008 16:26

    Grazie per l'informazione.
    In ogni caso, qui in Valle d'Aosta, i Beni Culturali non sono stati trascurati solo nel passato ma anche nel presente, per i (bassi) motivi di cui ho gia' parlato. Evidentemente, a qualcuno fa comodo rimanere in questa situazione...

    RispondiElimina