PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

27 luglio 2008

cell blog: crash

i disturbi sulla rete elettrica provocati dal nubifragio di ieri sera mi hanno mandato in vacca il modem adsl, il router wi-fi e gli access point che alimentano gli switch della mia rete.
ho risistemato tutto, ma il modem fastweb recalcitra. Avevo alcune cosette da scrivere, spero di riuscire domani a sistemare tutto. a presto...

15 commenti:

  1. la flamme aux trois couleurs28 luglio 2008 11:17

    Colgo l'occasione di questo post privo di tema principale per provare una veloce sintesi di quanto ho letto sulle ultime linee di dibattito.

    Ciò che compare su queste pagine è proprio la dimostrazione lampante del fallimento della democrazia, la prova (se ancora ne serviva una) che la gestione della cosa pubblica non può essere lasciata alla sintesi della volontà di tutti.

    Il Duce scrisse: il fascismo è contro la democrazia che ragguaglia il popolo al maggior numero abbassandolo al livello dei più, mai tale affermazione è stata vera come in quest'epoca di mercanti, nani e ballerine.

    Più la democrazia si allarga più assistiamo allo squallido mercato in cui al posto di una selezione dei migliori ai quali affidare il destino della Nazione vi è una penosa corsa ad accaparrasi il favore della massa, ignorante e mercenaria, attraverso una gara al ribasso su tutti gli argomenti.

    Tutto ciò su cui discutete conferma queste mie parole.

    Per mettere a posto questa Italia sconquassata serve che una nuova personalità emerga, carica di carisma e prestigio personale, che sappia farsi carico dei destini della Nazione fregandosene del consenso, e che si riparta dal luglio '43.

    Saluti.

    RispondiElimina
  2. qualcuno conosce postazioni wifi gratis ad aosta?grazie

    RispondiElimina
  3. Alberto Grisero - Aosta28 luglio 2008 16:26

    E' triste pensare che basti un temporale estivo (ultimamente, un po' piu' forte, rispetto a come eravamo abituati) per mandare in tilt la tecnologia: sapendo bene che, i cambiamenti climatici di questi ultimi anni, sono dovuti, principalmente all'inquinamento, possiamo dire che, esso, limita il progresso.

    RispondiElimina
  4. Alberto Grisero - Aosta29 luglio 2008 16:20

    Chiedo scusa se arrivo "a scoppio ritardato" ma, nei giorni scorsi, e' stato detto che, in Valle d'Aosta, la riforma Brunetta non puo' essere applicata poiche', la Regione, ha competenza primaria in materia di Pubblica Amministrazione...
    MA CHE DISCORSO E'?!
    Le leggi dello Stato e le riforme governative valgono anche, laddove, gli enti locali hanno potesta' legislativa!
    Forse e' il caso che, l'Union Valdotaine, i suoi satelliti ed i suoi derivati, si ficchino nella zucca che, in Valle d'Aosta, NON c'e' solo gente che scende dai 4mila, con le vacche!

    RispondiElimina
  5. flamme aux trois couleurs:
    l'uomo della provvidenza, o sbaglio?

    RispondiElimina
  6. kwestduval,
    gira con il tuo portatile e ne troverai quante ne vuoi: almeno il 60% dei wi-fi domestici non sono configurati per la minima security. Esperimento fatto qualche mese fa: in auto da Saint-Christophe a Saint-Vincent s'incontrano almeno 20 reti wi-fi aperte, dalle quali ti colleghi a sbafo sin problemas.

    RispondiElimina
  7. alberto grisero,
    un temporale estivo e una maledetta coincidenza... aggiungi che i computer di casa mi, tra reti cablate, periferiche, wi-fi, crypting e varie, è un bel casino ogni volta che va in vacca.

    RispondiElimina
  8. su due piedi, senza un ripassino sulle competenze, non ti so dire se sia applicabile in toto, ritengo comunque che ci farebbe un gran bene

    RispondiElimina
  9. Al nostalgico del Duce (o di Badoglio?) suggerirei di andarsi a rivedere un pochino la storia, personalmente non rinuncerei alla libertà che possiedo oggi, anche se dovessi imparare l'aramaico antico. Il vaut mieux apprendre le français tout en étant libre, crois-moi! Per Grisero, lo Statuto Speciale non è una leggina ordinaria, modificabile con la maggioranza semplice delle Camere, è legge costituzionale e richiede quindi una maggioranza qualificata del Parlamento, doppia lettura and so on. Brunetta nella sua sparata a zero si è dimenticato di dire che se la VdA perde la sua autonomia è lo Stato che deve provvedere al pagamento di spese che oggi sono sostenute dalla Regione. Istruzione, Sanità, protezione Civile, strade e agricoltura, per citarne alcune. Se mi dice dove vanno a prendere i soldini per pagarci tutto questo mi lascio magari convincere. Pero' il dubbio permane, chi mi garantisce ad esempio che i livelli qualitativi della sanità rimarranno gli stessi? Di più, puo' essere che VdA, Sicilia, Sardegna e Friuli perdano l'autonomia. Per Trento e Bolzano, invece, il buon Brunetta non puo' fare proprio una cippa, perchè le due Province autonome godono (beate loro) della garanzia internazionale delle Nazioni Unite sulla loro autonomia e se lo Stato italiano decidesse di revocarla, in questo caso si', Alberto, interverrebbero i caschi blu dell'ONU per rimettere a posto le cose. Diciamo che il Ministro della Funzione Pubblica ha fatto un po' pipi' fuori dal vaso... anche se condivido in pieno la sua crociata contro l'assenteismo dei pubblici dipendenti. Potrebbe concentrarsi di più su questo soggetto e lasciare gli affari costituzionali a chi di dovere. Tschüss!
    Philippe Kieffer

    RispondiElimina
  10. la flamme aux trois couleurs31 luglio 2008 11:01

    una nuova personalità carica di carisma e prestigio personale, che sappia farsi carico dei destini della Nazione fregandosene del consenso, e che si riparta dal luglio '43

    No, non esattamente l'uomo della provvidenza, quello di provvidenza è un concetto cristiano e io preferisco la spiritualità europea precristiana.

    Diciamo l'uomo del destino, ti piace?

    RispondiElimina
  11. Badoglio ?
    What's Badoglio ?

    RispondiElimina
  12. del destino o de la destinée?

    RispondiElimina
  13. Un dittatore insomma, governare senza il consenso è possibile solo a un dittatore, 'azz che concetto democratico!!!!
    PK

    RispondiElimina
  14. la flamme aux trois couleurs1 agosto 2008 14:39

    "Un dittatore insomma, governare senza il consenso è possibile solo a un dittatore, 'azz che concetto democratico!!!!
    PK"


    Esatto, per il bene del paese

    RispondiElimina
  15. Vallo un po' a dire a chi ha vissuto nella dittatura, tu non hai la più pallida idea di cosa sia un regime totalitario. Parli del bene del paese, sarebbe interessante sapere "quale" bene ai relativi paesi hanno portato le dittature nel mondo...
    PK

    RispondiElimina