PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

9 maggio 2008

gli affidabili



un anonimo fenomeno, nei commenti al post precedente, scrivendo "fiducia" mi ha fatto venire in mente un film del 1980 che tutti avrebbero dovuto vedere, e che sarebbe molto utile che rivedessero, soprattutto l'ano-meno.
Essenziale per capire la politica valdostana. E non solo.
Fortemente consigliato.

22 commenti:

  1. Alberto Grisero - Aosta9 maggio 2008 16:14

    Chiedo scusa ma non sarebbe il caso di riassumerne la trama?

    RispondiElimina
  2. Alberto Grisero - Aosta9 maggio 2008 17:34

    Vorrei chiedere ai frequentatori del sito cosa pensino delle nuove minacce (su immigrazione e petrolio) del Col. Gheddafi all'Italia, a proposito della nomina a Ministro di Calderoli: premesso che i lìbici (a differenza dei leghisti) mi stanno facendo ridere, non vorrei che si concretizzasse qualcosa di più grave, da parte del mondo arabo in generale (e c'è da scommettere che, l'estrema Sinistra, ex Arcobaleno, parteggerà senz'altro per loro).

    RispondiElimina
  3. Gran bel film, il migliore forse che ho visto. Fa riflettere il vecchio negro che non sa neppure quando deve uscire dal carcere e cosa possa fare, fuori...

    Ora vi lascio con questi versi malthusiani che ho scritto or ora sull'esempio del grande Petrolini e dei futuristi:

    uahlim è quella cosa
    che sui forum scrisse a iosa
    perchè era fobico sociale
    ma dalla follia riuscì ad uscir


    Vi piacciono? Quasi quasi li posso usare come epitaffio per la mia tomba. A me piace anche la ripetizione di usci in riuscì ad uscir.

    A me piacciono molto.

    Quello di Petrolini invece è così:

    Petrolini è quella cosa
    Che ti burla in ton garbato
    Poi dice: ti à piaciato?
    Se ti offendi se ne freg.

    Azzo, io ho cannato proprio il modulo, ho fatto A-A-B-C troncato invece di A-B-B-C troncato, pasiensa.

    RispondiElimina
  4. Adesso l'ho fatto proprio malthusiano come si deve:

    uahlim è quella cosa
    che sui forum scrisse molto
    e dalla vita si era tolto
    ma dalla fobia riuscì ad uscir

    o fobia, o follia, giacchè la fobia sociale è una forma di stupidità o di follia (dare importanza a cosa gli altri pensano di noi, alla nostra reputazione al punto da vivere in funzione degli altri, del loro giudizio).

    RispondiElimina
  5. Chiedo scusa, Grisero, ma se vuoi la trama usa San Google, la prima voce che esce è Santa Wikipedia che ti dà anche la trama, chi vuole invece guardarsi il film... Insomma, ormai con internet basta mettere un riferimento puntuale, poi se vuoi approfondisci... hai sempre bisogno del pannolone? Cul...turalmente parlando, intendo. Se ti ricordi del nome dei farmaci che il tuo psichiatra ti ha prescritto od hai ancora le diagnosi in paroloni tecnici puoi farti anche un'idea della diagnosi che t'ha fatto e che a volte al paziente non viene sempre riferita o spiegata del tutto.

    RispondiElimina
  6. Alberto Grisero - Aosta10 maggio 2008 18:37

    Egregio Uahlim, l'ultima volta in cui ho parlato delle mie vicissitudini "psichiatriche", Eddy Ottoz ha preferito censurare il mio commento; proverò, quindi, a tornare, con maggiore cautela, sull'argomento: lo psicofarmaco prescrittomi, dal marzo 1999 al gennaio 2001, da parte dello "sciamano" F.C. era l'Haldol 5, che mi procurava una discreta sonnolenza, arrivando anche a sopire la mia attività sessuale. Ho già avuto modo di dire che, nel 2000, a soli 34 anni, sono rimasto per otto giorni senza raggiungere l'orgasmo... e vogliamo anche parlare di quando mi addormentavo, durante i corsi per DISADATTATI SOCIALI, che ero costretto a frequentare? Per fortuna, dopo l'8 giugno, potrò parlare in maniera più esplicita...
    P.S: dal gennaio 2001, fino all'estate 2003, mi era stato invece prescritto il Clopixòl, che è più leggero (ma, nel frattempo, lo psichiatra che mi aveva in cura, era cambiato).

    RispondiElimina
  7. Grisero, il mio era un consiglio, non volevo mica sapere gli affari tuoi.

    RispondiElimina
  8. Alberto Grisero - Aosta11 maggio 2008 18:22

    Apprezzo la tua discrezione, egregio Uahlim ma io, i fatti miei, ho intenzione di metterli in piazza, poiché voglio far sapere a tutti, come si vive, realmente, in Valle d'Aosta: nel 2002, avevo persino trovato un aggancio per andare a raccontare, le mie vicissitudini, al Maurizio Costanzo Show ma poi, una persona affidabile, mi ha consigliato di "mantenere un profilo basso"... e così, non se n'è fatto nulla.

    RispondiElimina
  9. ho appena "moderato" un messaggio di tale anonimo "Attenti popolo!", contenente gravi accuse ai Ministri Schifani e La Loggia. Consiglio "Attenti popolo!" di consegnare personalmente il messaggio alla Procura della Repubblica allegando un suo documento d'identità.

    RispondiElimina
  10. A tutti voi frequentatori del blog, vi dico addio. Lo faccio perchè finalmente dopo una ricerca durata una vita ho capito quanto sia preziosa la mia vita, la qualità della mia vita, e quanto sia tanto inutile sapere e non potere. Ho deciso allora, per il resto dei miei giorni, di inforcare un bel paio di occhiali rosa e di passarla da esteta, di smettere di informarmi di politica ed attualità, ma di pensare solo a godermi il bello, il buono, il giocoso ed il comico che questa vita offre. In fondo che faccio di male? Saro' un elettore non informato, un voto, che non cambia nulla. Invece agirò dove potrò veramente fare del bene, porterò ottimismo e sarò animatore culturale, una specie di Fiorello, nel sito www.fobiasociale.com per aiutare i DISADATTATI SOCIALI come me ad uscirne, a smetterla di pensare al giudizio degli altri, ad accettarsi e sopratutto a godersi la vita. Quel problema lo conosco bene, è stato il problema di tutta la mia vita, il senso della mia vita, trent'anni di prigione senza sbarre che adesso mi fanno apprezzare la vita, lo stesso miracolo di pensare, la materia cosciente, il fenomeno più fenomenale di tutti. Io non credo nella vita eterna ma mi piace ringraziare Qualcuno per questo miracolo, per questo privilegio di essere al mondo. Mi fa piacere credere che ci sia e che mi affascina l'evoluzione naturale, la creazione della materia cosciente a partire da quella incosciente. Grazie per tutto, continuerò ad essere unionista per collezionare le tessere. Se volete partecipare alle iniziative del nostro Circolo Ricreativo Culturale Foibe (foibe, non fobie, non è un refuso) Sociali Giacomo Leopardi può seguire la sezione Contatti del forum di www.fobiasociale.com VIVI E LASCIA VIVERE, questa la mia filosofia di vita. Addio (su questo blog)

    RispondiElimina
  11. Alberto Grisero - Aosta13 maggio 2008 17:32

    Egregio Eddy Ottoz, per la prima volta, da quando frequento il suo blog (2 novembre 2007), � passata un'intera giornata, senza che venisse postato un nuovo commento: si tratta solo di impegni elettorali, che le impediscono di curare il sito con maggiore frequenza o c'� dell'altro?
    (a pensar male... diceva l'Andreotti dei tempi d'oro!)

    RispondiElimina
  12. non c'è altro, alberto. esco la mattina, sto in giro tutto il giorno, la sera preparo materiale per il giorno seguente, testi, lettere, liste di electoralia da predisporre, appuntamenti del giorno successivo, telefonate da fare, persone da incontrare, cene da schedulare. Non ho francamente tempo. Oggi per di più mi sono puppato anche la registrazione di una tribuna elettorale che andrà in onda domani, mercoledì, alle 13 e qualcosa.
    Una storia di ordinarie elezioni.

    RispondiElimina
  13. dimenticavo, ieri sera un comizio a Courmayeur. Sono tornato alle tre del mattino.

    RispondiElimina
  14. Ciao Uhalim, ti saluto con una frase di Sébastien Roch Nicolas de Chamfort che mi ha aiutato molto in passato e ancora mi aiuta oggi: "La plus perdue de toutes les journées est celle où l'on n'a pas ri", tiens bon!
    Philippe Kieffer

    RispondiElimina
  15. Che fatica eh Ottoz... Quasi come lavorare. Che si fa per 6000 Euro al mese eh?

    RispondiElimina
  16. esatto, coraggio fatto uomo, circa il 10% in meno di qualsiasi dirigente regionale e 25% in meno dei dirigenti coordinatori. Il conteggio (quello vero) è disponibile in qualsiasi momento.

    RispondiElimina
  17. ucci ucci, sento odor di viergerucci...

    RispondiElimina
  18. Alberto Grisero - Aosta14 maggio 2008 16:17

    Egregio Uahlim, le tue iniziative sono lodevoli ma ti suggerisco di continuare ad intervenire su questo blog: contrariamente a come dice Renzo Arbore, in questo sito, più siamo, meglio stiamo!
    P.S: ti cosiglio anche, però, di non scherzare su di una tragedia come quella delle foibe di Trieste e Gorizia.

    RispondiElimina
  19. Io non scherzo affatto sulla tragedia delle foibe di Trieste e Gorizia, piuttosto sei tu che scherzi sulla tragedia delle fobie sociali pensando ch'io scherzi facendo quell'accostamento. Le fobie sociali sono delle foibe perchè sono delle prigioni, mio padre è morto per la FOIBA SOCIALE, io non ho vissuto per trent'anni per la FOIBA SOCIALE. Il punto è che nessuno è mai morto per una brutta figura, ma per la paura di farla sì. L'ONORE, questa GRAN CAZZATA. E magari proprio anche per l'onore, per la paura di perdere la faccia, del chissà cosa dicono e pensano gli altri che abbiamo avuto i totalitarismi. Perchè si è arrivati al NAZISMO, al FASCISMO, a TANTE CAZZATE? Perchè la GENTE HA PAURA DI DIRE QUELLO CHE PENSA PERCHE' HA PAURA DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI: IL SONNO DELLA RAGIONE (meglio il giudizio di altri, che il MIO) GENERA MOSTRI. VEDI, Grisero, è tutto MOLTO COLLEGATO, ed il conformismo ACRITICO non è altro che FOBIA SOCIALE INTEGRATA. Tutto qui. CAZZO, siamo in 3 a POSTARE IN FORMA NON ANONIMA, PERCHE'? Perchè gli altri sono FOBICI SOCIALI, HANNO PAURA DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI. LA PRIVACY. E d i picchiatelli siamo NOI. Le famiglie che vanno a rotoli perchè NON SI PARLANO, PERCHE' HANNO PAURA, ODDIO CHISSA' COSA PENSERA' MIO FIGLIO, MIO PADRE, MIA MADRE, MIA MOGLIE, MIO MARITO. Eddy, non sto urlando, sto solo pacatamente, serenamente, evidenziando. IO HO FATTO LO SCRAPING AL SITO DI CAVERI, gliene ho combinate di tutte quando c'era il suo forum, ma sempre nella correttezza e nel rispetto, irriverente sì, ma con rispetto, e siamo ancora AMICI. CIAO. Io torno DANS MA NOUVELLE PETITE PATRIE: WWW.FOBIASOCIALE.COM.
    E' lì la mia casa, non qui.

    RispondiElimina
  20. perché lasciare il blog?..Più casi sociali in altri posti mica si trovano

    RispondiElimina
  21. Alberto Grisero - Aosta16 maggio 2008 16:50

    Egregio anonimo, la politica valdostana è un concentrato di "casi sociali"! (ad essere sinceri, però, anche quella nazionale, durante la Seconda Repubblica...)

    RispondiElimina
  22. Ho trovato il deposito N, caro anonimo Tentenna.

    RispondiElimina