PRENDRE PARTOUT
METTRE CHEZ-NOUS
____________

25 agosto 2008

posta da Pechino

Roberto Dujany era a Pechino, preparatore atletico della nostra nazionale di calcio, nel solco della tradizione di eccellenza di molti tecnici valdostani di professionalità riconosciuta, apprezzata e richiesta in campo nazionale ed internazionale, dove vince la logica dell'eccellenza e del merito.
Immenso piacere mi ha fatto la cartolina che ho ricevuto da lui, di cinese quanto inconsueta forma e grafica. Grazie.

11 commenti:

  1. Correggimi se sbaglio, il nickname di Roberto non era "Zöza"? E' stato mio prof di educazione fisica, troppo simpatico. Caratterialmente parlando tra lui e suo fratello c'è un abisso. Persone come lui dovrebbero essere insignite dell'onoreficenza della Regione, altro che Mike Bongiorno! A volte ho come l'impressione che i valdostani che lavorano più all'ester(n)o della Regione siano un po' dimenticati, invece rappresentano la carte de visite della nostra Vallée. Pazienza, devo dire che la cartolina è comunque originalissima. Philippe Kieffer

    RispondiElimina
  2. Alberto Grisero - Aosta26 agosto 2008 15:45

    Il fatto e' che, chi ha la fortuna di lavorare all'esterno di questa Regione, difficilmente e' poi disposto a tornare sui propri passi...
    In ogni caso, la cartolina orientaleggiante e' molto carina: venti anni fa, in occasione delle Olimpiadi di Seul '88, ne avevo ricevuta una simile da parte dei Livio Forma, l'inviato nazionale della Rai (soprattutto in ambito calcistico) che conosco di persona, poiche' e' di Aosta.

    RispondiElimina
  3. Alberto Grisero - Aosta27 agosto 2008 16:02

    In un post precedente, avevo scritto che mi sarebbe piaciuto se, alle medaglie olimpiche, venisse assegnato un punteggio: 3 punti per l'oro, 2 per l'argento e 1 per il bronzo, in modo tale che si possa stilare una vera e propria classifica per nazioni. Lei, però, ha respinto tale ipotesi, senza motivare la sua contrarietà: potrebbe essere più preciso?

    RispondiElimina
  4. Alberto Grisero - Aosta28 agosto 2008 16:15

    Per ravvivare "Appropò", che sta ricominciando a languire (che pizza, però...) lancio una maliziosa provocazione: mercoledì 10 settembre, il T.A.R. del Piemonte, è chiamato a discutere l'ineleggibilità della... triade rossonera (!) e, secondo mé, è possibile (oltreché auspicabile) che, a Torino, venga giocato qualche bello scherzetto all'INTERA Union Valdotaine. Il fatto che si siano candidati in tre, per le Regionali, nonostante la legge elettorale che LORO STESSI si sono fatti su misura, glielo impedisse, può dare àdito a qualche sospetto (Caveri, Norbiato e Lanièce sono fessi oppure, tra loro, si nasconde... James Bond?!) D'altra parte, il veterinario di Brusson, è ingenuamente convinto che, quello del 2006, sia stato soltanto un incidente di percorso...

    RispondiElimina
  5. Giusto per la precisione: il ricorso è stato presentato alla Corte d'Appello di Torino
    E speriamo che non si tratti di scherzetto, ma soltanto di rispetto delle leggi

    RispondiElimina
  6. Alberto Grisero - Aosta29 agosto 2008 16:07

    L'argomento è interessantissimo, egregio sig. Mario V. (Vietti?)
    Potrebbe essere più preciso?

    RispondiElimina
  7. In effetti i ricorsi sono tre, uno per ciascun consigliere, perché per ognuno valgono considerazioni ed argomentazioni differenti;
    Non vorrei tediare gli illustri frequentatori di appropo' con lunghe e fastidiose dichiarazioni; mi limiterò alla norma che dice all'art. 2, comma 1“cause di ineleggibilità alla carica di consigliere regionale”:
    “Non sono eleggibili alla carica di consigliere regionale:….
    …..n) il legale rappresentante, gli amministratori delegati e i direttori degli enti pubblici non economici, delle agenzie e delle aziende dipendenti dalla Regione;.........
    ….q) il legale rappresentante, gli amministratori delegati e i direttori nominati o designati dalla Regione, o dagli enti pubblici non economici, dalle agenzie o dalle aziende da essa dipendenti, nonché dalle società da essi controllate o ad essi collegate ai sensi dell’art. 2359 del codice civile, in consorzi, cooperative, società cooperative, associazioni, fondazioni, enti ed istituti le cui entrate ovvero i cui ricavi o valore della produzione dell’ultimo bilancio approvato siano superiori a 500.000euro, ed in istituti di credito;...”
    .r) il legale rappresentante e i direttori di struttura sanitaria o socio-sanitaria privata che intrattenga rapporti contrattuali con l’Azienda regionale USL della Valle d’Aosta”..

    Secondo me tutti e tre ricadono in uno di questi casi, anche se per Caveri c'è qualche motivo di dubbio in più.
    Se il padrone di casa lo desidera, posso mettere a disposizione il testo dei tre ricorsi.
    Ad oggi non mi risulta che i tre interessati abbiano presentato memorie in opposizione al ricorso; tuttavia ahnno tempo fino al 5 settembre.

    RispondiElimina
  8. Legge del cazzo voluta da Caveri e soci per far fuori Guste e Louvin il quale si sono dimostrati più furbi e preparati degli altri. Ad andare a leggerla bene sembrerebbe che il 90% dei valdostani non potrebbe candidarsi.

    RispondiElimina
  9. bruno courthoud30 agosto 2008 13:38

    riprendo
    "Legge ... voluta ... da Caveri e soci per far fuori Guste e Louvin i quali ... " hanno invece fatto fuori Caveri.

    RispondiElimina
  10. Alberto Grisero - Aosta30 agosto 2008 16:07

    Io, invece, sono maliziiosamente convinto che si tratti di una trappola tesa all'Union Valdotaine: il 10 giugno, infatti, potrebbe (il condizionale è d'obbligo) succedere qualcosa di assai divertente, in quel di Torino.

    RispondiElimina
  11. Alberto Grisero - Aosta30 agosto 2008 16:24

    Ovviamente, intendevo parlare del 10 Settembre.

    RispondiElimina